Commenti

Discussione chiusa
  • Luigi Enzo Mattei (martedì, 25. febbraio 2014 22:18)

    Sono contento, bella presenza !

Uno Sguardo Agreste

E così, per non saper che fare, potrei raccontarti cosa mi è successo oggi, mentre ti correvo incontro. (Oh no, non è una fuoriserie questa casa sulle ruote, mio affascinante fuoriclasse!)


Ingranavo la marcia e la musica e la gonna che si arrampicava sulle cosce. Morsicavo le parole di una canzone intorno alle labbra di burro cacao.

Ma tu, qui, mi diresti: “Non è il caso.” E arricceresti lo sguardo in una smorfia di paglia e fieno. Agreste. “E cosa vuol dire uno sguardo agreste?”, mi domanderesti.

Lascia andare il pensiero alla campagna estiva, quella della tua terra che di giorno vocia coi grilli e la notte ... la notte carezza il respiro degli amanti.
Ora, sono sicura, che anche tu hai inteso cosa sia uno sguardo agreste. Ecco. Con quello sguardo mi frugheresti dentro gli occhi neri e storti e io potrei dirti che...


Pensi ancora non sia il caso?

 

 

Mag





Arturo Faldi (1856-1911)