Commenti

Discussione chiusa
  • Luigi Enzo Mattei (martedì, 25. febbraio 2014 22:18)

    Sono contento, bella presenza !

COMUNIONE D'AMORE 3 - poesie di: Alda Merini e madé

 

IO LO SO

Io lo so
che il figlio mio e Tuo
non lo vedrà nessuno
e che tutti lo vedranno.
Ma a Giuseppe
cosa dirò?
Lui che piange nascosto in una lacrima,
in un canto?
Cosa dirò?
Che Tu prima di lui
hai visto la mia solitudine
e ne hai fatto un corpo?
Cosa dirò a Giuseppe mio sposo?
Dirò che l’ho ingannato?
Dirò che l’ho tradito con Te?
Ma come si può tradire un uomo
con un’essenza divina?
Cosa dirò a Giuseppe, Signore?
Questo compito ingrato,
questo dubbio atroce,
tutti gli uomini l’avranno in cuore
quando vedranno una vergine incinta
della Tua Stessa Parola.

                                                       Alda Merini

Falegname

 

A te che sarai sposa del falegname,

innalzerò il palazzo del re;

ma sono povero e in questo mi rifugio.

 

Non sarò lo stolto che mira l’apogeo

dove la vertigine lamenta il terrore dell’abisso,

il vuoto in cui gli inferi sono un sogno.


Lascia che rimanga in disparte.

Conosco la finta preghiera del popolo;

il mio volto non ne affronti il dileggio.

 

La pialla si lancia furiosa sul legno

e il mio canto s’illude di penetrare il silenzio,

dove voci diffondono profumo di cielo.

 

Con le mani posso realizzare ogni pensiero,

ma nulla mi è stato domandato da Maria

per far fiorire l’eredità.

 

E in queste mie mani mi rifugio,

unendole alte, chiudendo gli occhi

che straripano lacrime d’amore.

 

                                                                Madé


Francesco Francia e scuola: Madonna col Bambino dormiente e San Giuseppe

Tavola, cm 62x49 - collezione privata